Progetto Scuola- E’ una importante iniziativa per avvicinare i ragazzi in età scolastica alla pratica degli sport invernali e più in generale alla montagna.

Questo è il tema di un interessante riunione convocata per domani 2 Dicembre ,alla e 9.30, presso la sede del Consiglio Comunale di Isernia. Incontro voluto da Società Funivie Molise SpA promotore turistico e gestore degli impianti sciistici di Campitello Matese e Capracotta. Sono stati invitati a partecipare i Sindaci di Capracotta, San Massimo,Roccamandolfi e Pescopennataro. Interrverrà l’Assessore Regionale alle Attività Produttive, Turismo e Marketing Massimiliano Scarabeo che porterà il saluto della Giunta Regionale.Un incontro fortemente voluto dall’Amministratore Unico Mario Caruso che intende coinvolgere il mondo della scuola nell’opera di rilancio del comprensorio montano che racchiude i quattro comuni sopradetti e che si estend e dal massiccio del Matese ai monti del Molise altissimo. Sono stati, altresì ,invitati gli operatori turistici ed alberghieri che gravitano sull’area. A curare il rapporto tra scuola e società di gestione sarà una persona proveniente dall’ambito scolastico . Funivie Molise intende sviluppare questa sinergia con gli studenti sia sotto il profilo economico che logistico offrendo pacchetti a prezzi di favore e, con la partecipazione degli operatori turistici operanti nelle due stazioni, mediante accoglienza e sistemazione adeguate. Questo nuovo atto fa parte quella strategia tesa ad una riqualificazione e sviluppo ottimale dell’intero comprensorio montano che non si limiterà solo al periodo invernale ma anche a estivo. Nella riunione si è parlato anche di tutti problemi che si sono presentati che, con un forte impegno da parte di operai tecnici e dirigenti ,si stanno affrontando e che porteranno la settimana prossima all’apertura ufficiale delle due stazioni sciistiche.

Per Funivie Molise SpA: Salvatore Roccia

Un ulteriore e decisivo passo in avanti per la riapertura degli impianti sciiistici di Campitello Matese e di Capracotta.

Continua a marce forzate l’opera di preparazione per arrivare nei tempi prefissati alla consegna, agli appassionati della neve, dei due impianti rinnovati e perfettamente efficienti sotto il profilo della sicurezza e della affidabilità. Per mettere a fuoco gli ulteriori adempimenti necessari ,questa mattina si è riunito un tavolo tecnico a cui hanno partecipato l’Amministratore Unico di Funivie Molise SpA, Alfonso Leggieri di Sviluppo Montagna ,il Ten. Michele De Chiara comandante della Compagnia Carabinieri di Boiano, l’Ing. Marciano Oliva sovrintendente alla sicurezza, l’Ing. Pagliari Direttore di esercizio dell’impianto di Capracotta , Lucio Di Nucci caposervizio dello stesso impianto, Mariano Arcaro responsabile del CNSAS –Soccorso Alpino e Speologico e Michele De Gregorio caposervizio degli impianti di Campitello Matese. Oggetto della riunione e’ stato quello di affrontare e risolvere gli ultimi problemi ancora latenti per consentire l’apertura ufficiale della stagione invernale nelle due località turistiche molisane.Dall’incontro è emerso che ci sono ancora delle criticità da risolvere specialmente a Capracotta mentre a Campitello le cose vanno meglio e si è quasi alla fine delle verifiche e della manutenzione impiantistica.Per la località altomolisana molto è stato fatto, considerando che da due anni l’impianto è fermo.La ferrea determinazione e l’impegno da parte di tutti i presenti,ognuno per la parte di propria competenza, ha fatto si che la data fissata per l’apertura ufficiale sia stata fissata per il prossimo 8 Dicembre 2013. Gli adempimenti ancora da risolvere, pur di una certa consistenza dovuta alla situazione logistica, non sono insormontabili e se le condizioni meteorologiche lo consentiranno, si lavorerà a pieno regime anche nei prossimi giorni per presentarsi all’appuntamento con tutte le carte in regola.

Capracotta: Sarà pronta a partire appena arriverà la neve.

Dopo un ulteriore verifica all’impianto adibito a sci alpino di Monte Capraro,Sabato mattina,tecnici ed operai e lo stesso amministratore,si sono portati sui 1700 metri di lunghezza e 25 di larghezza della pista,per effettuare i lavori di ripuliture e per riposizionare la rete di protezione che corre lungo i lati della pista sciabile. Erano circa tre anni che tali lavori non venivano effettuati stante la chiusura dell’impianto. In alcuni punti l’erba era alta più di un metro e gli operai hanno dovuto lavorare duramente con l’ausilio di mezzi meccanici, per effettuare il taglio. L’erba tagliata non è stata rimossa onde favorire il mantenimento dello strato nevoso appena ci saranno le condizioni climatiche giuste. Sono stati altresì completati i lavori intorno alla cabina di alimentazione mediante la posa in opera di un drenaggio in pietrame,di stabilizzante, di asfalto ed all’interno della stessa sono stati sostituiti gli interruttori dell’alimentazione. Tutto è pronto adesso per l’ultimo e decisivo intervento della ditta specializzata(già programmato) per il controllo sulle funi. A questo punto non resta che aspettare che il tempo faccia il suo corso e che le precipitazioni nevose cadano abbondanti per effettuare la battitura della pista e la consegna della stessa agli appassionati dello sci. La soddisfazione è palpabile nella stazione sciistica alto-molisana dopo due anni di incontri,promesse ed impegni non mantenuti dove la Regione Molise è stata spesso accusata di gestire in maniera discriminatoria le due realtà molisane di Capracotta e Campitello.Una nuova ventata di ottimismo,nuove idee,tanto lavoro,la mentalità giusta nel credere alle potenzialità ancora inespresse su un futuro roseo, nel breve e medio periodo, di Capracotta e Campitello.

–Ufficio Stampa di Funivie Molise S.p.A

Lettera al Presidente dell'Amministrazione Provinciale di Campobasso

In qualità di Amministratore Unico della Società Funivie Molise S.p.A ,con la presente nota Le comunico che lungo la Strada Provinciale San Massimo-Campitello Matese, una frana limita fortemente il normale flusso veicolare sia a salire che a scendere. A più di 9 mesi da quando eventi atmosferici causarono lo smottamento a valle di parte della carreggiata ,nessun intervento di sistemazione e manutenzione è stato effettuato. Con il passare del tempo il problema si è ulteriormente aggravato e ciò fa temere fortemente per il normale svolgimento della prossima stagione invernale. Da informazioni acquisite presso l’ Assessorato Regionale sembra che tutti gli adempimenti previsti siano stati effettuati dalla struttura competente, rimanendo a carico della Provincia ,tutta la restante fase burocratica. L’approssimarsi della stagione invernale,rende improcrastinabile un intervento per mettere in sicurezza la strada e consentire la normale viabilità. Funivie Molise sta conducendo una lotta contro il tempo,per la parte di propria competenza,per arrivare all’appuntamento nel modo migliore avendo già provveduto alla revisione degli impianti ed alla sistemazione logistica. Si ritiene opportuno precisare che solo una stretta sinergia tra i vari enti, tra cui la Provincia di Campobasso,potrà dare risultati ottimali. In questa ottica ritengo che la S.V. adotterà le opportune decisioni sulla sistemazione della frana e consentire la normale circolazione stradale.