Pescopennataro: Funivie Molise consegna un gatto delle nevi al Comune.

Un giorno importante per Pescopennataro. Sabato mattina si è tenuta la cerimonia di consegna, da parte di Funivie Molise SpA , di un gatto delle nevi che servirà sia per la battitura delle due piste da sci nordico amatoriali non concorrenziali con quelle di Capracotta,che per emergenze in caso di necessità, legate alle abbondanti nevicate. Un piccolo gesto che rende l’idea di come vada affrontata la questione turistica in tutto il comprensorio montano del Molise.Una capacità di fare squadra,necessaria a tutti i livelli. Si deve cambiare passo e le quattro amministrazioni locali ,Capracotta ,Pescopennataro,San Massimo e Roccamandolfi devono liberarsi degli egoismi localistici e pensare di comune accordo a rivitalizzare un settore importante dell’economia delle loro zone. Il Comune di Pescopennatato è rimasto per troppo tempo emarginato,forse involontariamente, da questo contesto e chiede ad alta voce e con pieno titolo di far parte della nuova strategia disegnata dalla Regione Molise. Sono circa tre mesi che si lavora a pieno ritmo da parte di Funivie Molise al fine di ottimizzare l’offerta turistica.”La galassia montanara del Molise per girare bene deve andare oltre lo sci. Sfruttare le altre risorse che madre natura ha messo a disposizione specie nelle località meno attrezzate. Le attività devono essere sempre più collegate ,dai servizi per i bambini ,agli spazi di benessere per chi non scia. La sfida è riuscire a mantenere anche in futuro gli investimenti ,soprattutto quelli per ammodernare e sostituire gli impianti .In questo campo la macchina dello sci non gioca da sola e fondamentale è il sostegno pubblico come in questo caso. Investire nel turismo molisano avrà sicuramente un ritorno anche economico facendo da traino all’intero settore. I servizi che stiamo mettendo su sono buoni e funzionano. Le diverse località sono riuscite a trovare un modus operandi per lavorare insieme. Le bellezze naturali completano la ricetta. La cerimonia che ha visto la presenza di rappresentati della società e della regione, dei Sindaci dei Comuni facenti parte del “comprensorio montagna”e del Governatore servirà anche a ribadire l’interesse e la determinazione degli amministratori locali ,attraverso il Sindaco Sciulli, di scrivere insieme ai colleghi di Capracotta,San Massimo e Roccamondalfi il proprio futuro e delle popolazioni amministrate.

Campitello Matese, Capracotta, Roccamandolfi e Pescopennataro una quaterna vincente.

Dopo l’inaugurazione e l’apertura dell’impianto di Monte Capraro avvenuta sabato scorso , è giunto il momento di affrontare con razionalità ed intelligenza il futuro programmatico di queste località che dovranno essere ,sinergicamente, le punte di diamante per uno sviluppo turistico non solo della montagna ma dell’intera Regione Molise.La nevicata dei giorni scorsi, gli impianti rimessi a nuovo e tutti aperti,tantissima gente e l’entusiasmo dei turisti segnano una data importante, uno spartiacque tra quello che è stato e quello che dovrà essere in futuro il turismo molisano.Da quando la Regione Molise ha deciso di svoltare drasticamente nell’affidamento di responsabilità gestionale a persone che hanno idee chiare,capacità imprenditoriali e che intendono affrontare la sfida anche contro un modo padronale di amministrare la cosa pubblica, i risultati ottenuti dopo due mesi , sono più che soddisfacenti e lasciano ben sperare per il futuro.Una mano l’ha data la Provvidenza che ha riversato neve sulle due località nel momento cruciale dell’avvio della stagione sciistica in una misura capace di entusiasmare gli appassionati e dare impulso ai rinnovati impianti di risalita.In due week end l’afflusso dei turisti è stato numeroso e convinto; di gente che ha ritrovato d’incanto il gusto della vacanza .Campitello ha cambiato passo e altrettanto si appresta a fare Capracotta con il supporto convinto dei Comuni di Roccamandolfi e Pescopennataro.Sarebbe però un errore credere che d’incanto i problemi siano spariti. Motivo in più per accelerare le scelte programmatiche da parte della Regione Molise. Di sviluppare e consolidare i canali della informazione e della promozione ,di stabilire una strategia di lavoro con la collaborazione di gente esperta e competente.Solo così si potrà effettivamente dire di aver centrato l’obbiettivo. La capacità professionali ci sono sia da parte dei vertici della società Funivie Molise che dagli operai che quotidianamente operano sulle piste . Non manca la volontà degli amministratori locali di operare congiuntamente per fare della montagna molisana il top del centro-sud.

Sinergia piena tra il Comune di San Massimo e la Società Funivie Molise SpA

Il Comune Matesino, nel cui territorio ricade la stazione sciistica di Campitello Matese, nel corso dell’ultima seduta del Consiglio Comunale tenutosi venerdì scorso, ha adottato una deliberazione, immediatamente esecutiva, con cui vengono riviste al ribasso le tariffe per la sosta non custodita a pagamento. Un segno importantissimo e sostanziale di venire incontro ai vacanzieri in un periodo in cui le casse degli enti locali sono vuote. L’Amministrazione Comunale, con a capo il Sindaco Dottor Fulvio Manfredi Selvaggi,ha accolto le sollecitazioni del management di Funivie Molise ed è intervenuta per agevolare al massimo l’iniziativa che deve portare al rilancio della stazione per il periodo invernale ed estivo. Il clima tra le due istituzioni è ottimo e c’è una perfetta sintonia su come adoperarsi per raggiungere il medesimo obbiettivo. Con questo atto il Comune ha dato un ulteriore segno sulla volontà di partecipare attivamente ,a pieno titolo, nel rilancio del proprio territorio già dimostrato precedentemente con l’adozione di atti amministrativi senza dei quali non sarebbe stato possibile procedere nella direzione indicata. Inutile sottolineare la soddisfazione di Funivie Molise che punta molto su questo tipo di collaborazione per far crescere in modo esponenziale le presenze sul pianoro matesino.Una boccata di ossigeno anche per gli appassionati della neve che si vedono ridurre di molto il costo del parcheggio delle auto. Le riduzioni sui prezzi sono generalizzate e ne beneficeranno tutte le categorie di auto che raggiungeranno la stazione invernale. Informazioni più dettagliate sulla tipologia delle tariffe è possibile averle contattando i Vigili Urbani del Comune di San Massimo o al momento dell’arrivo sul pianoro, da parte degli addetti.

Ghost Snowpark a Campitello Matese

Funivie Molise SpA e l’Associazione OKKO CREW stanno lavorando insieme per dotare la stazione invernale di Campitello Matese di uno Ghost Snowpark per lo sviluppo della disciplina del freestyle. Una collaborazione piena ed efficace iniziata nel 2011 che prosegue anche quest’anno. Si punta con lungimiranza a questo progetto perchè è sicuramente in grado di attrarre maggiore utenza, con conseguenti benefici sia economici che di marketing. Si persegue insomma l'obbiettivo di portare ,passo dopo passo, la località di Campitello Matese ai livelli consoni al suo status di stazione invernale a servizio del Centro-Sud. Un progetto ambizioso ma in cui tutto lo staff di Funivie Molise crede fermamente coinvolgendo tutti i soggetti interessati a vario titolo all’impresa. In primis la FISI ,a seguire poi gli albergatori e le varie associazioni di volontariato presenti sul posto che si occupano della sicurezza in pista e fuori.Il parco che va delineandosi è quello di offrire una struttura impegnativa per gli atleti più esperti ma anche a quei ragazzi che si avvicinano per la prima volta a questa splendida disciplina. Sono stati eseguiti vari lavori per rendere il Park attuale più funzionale. Altri sono necessari ma che grazie all’impegno costante dell’associazione Okko Crew ,si pensa di eseguire in tempi rapidi.La volontà delle parti è questa e sicuramente anche Campitello Matese avrà uno Gosth Snow Park di qualità. Quest’anno la stagione invernale è partita con il piede giusto. La neve anche se non abbondande, grazie al lavoro fatto, permette di cimentarsi in questa disciplina come si è notato il il 15 dicembre scorso, giorno in cui l’impianto è stato aperto.

Un giorno splendido per Funivie Molise SpA e per il Comune di San Massimo

Potrebbe sembrare una esagerazione ma per chi conosce le vicissitudini che hanno accompagnato, negli anni scorsi, la società che gestisce gli impianti di risalita della stazione sciistica matesina si tratta di una vera ripartenza. Dopo anni di continuo declassamento era necessario dare una sterzata decisiva e vigorosa per fare quel salto di qualità necessario affinché Campitello diventi una stazione invernale ed estiva di prima fascia al pari di altre località italiane. Dopo due mesi di intenso lavoro, ieri mattina, è stata inaugurata la nuova stagione invernale. Alla presenza di numerose persone,di politici,della Forze dell’Ordine, dei media regionali, di operatori del settore e di semplici cittadini ,l’Amministratore Unico Mario Caruso ha tenuto una conferenza stampa nel corso della quale ha tracciato il primo bilancio di questa nuova sfida che si appresta ad affrontare. Ha spiegato ciò che la società ha fatto e ciò che intende fare in futuro per il rilancio del comprensorio turistico. Nel dibattito sono intervenuti il Sindaco di San Massimo Dottor Fulvio Manfredi Selvaggi che ha espresso la propria soddisfazione per come si sta operando e per il diverso spirito costruttivo che si coglie tra tutte le varie parti in causa. Ha ribadito il pieno e convinto sostegno al progetto ed ha altresì garantito che il Comune da lui amministrato è deciso a remare nelle stessa direzione degli altri soggetti interessati. Di particolare rilievo l’intervento del Consigliere Regionale Di Nunzio con delega al turismo,il quale ha dichiarato che intende svolgere il proprio ruolo fino in fondo battendosi per ottenere uno stanziamento più adeguato, al settore del turismo,nella stesura del prossimo piano finanziario della Regione Molise. Ha chiuso la conferenza l’Assessore Regionale alle Attività Produttive ed al Marketing territoriale Massimiliano Scarabeo,il quale ha illustrato come sia stato difficile rilanciare Funivie Molise per mettere in grado la società di operare per uno sviluppo adeguato,dovendosi scontrare con una realtà consolidata che poco o nulla ha fatto per Campitello,Capracotta,Pescopennataro e Roccamandolfi. A fine conferenza si è proceduto al taglio del nastro augurale della nuova biglietteria dotata di nuovissime attrezzature tecnologicamente d’avanguardia. Il Presidente della Giunta Regionale Paolo Frattura, assente per motivi istituzionali ha inviato a Mario Caruso un messaggio,letto ai presenti,con cui si è complimentato per il lavoro svolto e per quello che si andrà a fare, rimarcando come oggi il turismo,per una Regione come il Molise,rappresenti una occasione di sviluppo da cogliere al volo i cui benefici ricadranno su tutta il territorio regionale.

Addetto Stampa di Funive Molise SpA - Salvatore Roccia